Tecnica rigenerativa PRP per la caduta dei capelli

IN MEDICINA ESTETICA

La tecnica del Prp  (platelet rich plasma) è una tecnica che prevede il prelievo di un campione del proprio sangue che successivamente viene sottoposto ad un protocollo di centrifugazione  dal quale viene estratto il plasma sanguigno, ricco di piastrine in grado di attivare le cellule staminali con capacità rigenerativa. Tale concentrato è stato scientificamente dimostrato che è ricchissimo di fattori di crescita. L’inoculazione in determinate aree del corpo è utile, nei casi con appropriate indicazioni,  a rigenerare alcune componenti tissutali in vari distretti corporei come la cute del viso del cuoio capelluto delle articolazioni del tessuto osseo ed altri.

La perdita dei capelli si chiama alopecia e può essere generata da un eccesso di androgeni cioè gli ormoni maschili o da un’ipersensibilità dei recettori agli ormoni maschili sia negli uomini che in minor misura le  donne; infatti  anche le donne hanno, sebbene in minor quantità, ormoni maschili. Un altro tipo di alopecia di origine autoimmunitaria è quella areata che colpisce per due terzi le donne.

L’alopecia androgenetica maschile si manifesta con lo stempiamento o con il diradamento o con assenza dei capelli nella parte alta del cranio.
Nelle donne l’alopecia androgenetica di solito causa un diradamento diffuso dei capelli.

L’alopecia areata crea delle antiestetiche perdite a chiazze.

Il trattamento con infiltrazioni di PRP può essere utile a frenare la caduta dei capelli in entrambi i casi di alopecia. Le microiniezioni indolori di Prp, si eseguono su tutto il cuoio capelluto. Il risultato dopo un ciclo di 3 sedute con cadenza ogni 3/6 mesi è la rigenerazione del bulbo pilifero con conseguente arresto della caduta dei capelli e dell’evidente rinvigorimento degli stessi.

È necessario ricordare che i risultati si ottengono non in presenza di calvizie conclamata, ma solo nelle situazioni od aree dove è presente almeno uno strato di capelli sottilissimi e radi che indicano la prossima caduta degli stessi e l’avanzamento della calvizie.

E’ utile ricordare che per il mantenimento ideale potrebbe essere opportuno ripetere una seduta o addirittura un ciclo di sedute ogni 2 o 3 anni.