L’Agopuntura è una Medicina Complementare riconosciuta dalla Organizzazione Mondiale della Sanità, la quale ne conferma l’efficacia in numerosi disturbi di salute sulla base degli studi scientifici effettuati.

L’agopuntura è una pratica terapeutica che prevede l’inserzione di piccoli aghi su specifiche aree del corpo umano, con l’intento finale di promuovere la salute e il benessere dell’individuo sottoposto al trattamento.

La prospettiva di cura di tali metodiche della Medicina Tradizionale Cinese è diversa da quella occidentale, poiché non vengono somministrate all’organismo sostanze esterne, ma solo indicazioni energetiche: la capacità di guarigione e salute è già insita nell’organismo stesso.

Secondo questa disciplina, nel corpo umano, vi è sistema di canali – chiamati meridiani – attraverso cui fluisce un’energia fondamentale per la vita. Tale energia prende il nome di “forza vitale” o Qi (si pronuncia “chee”).
La presenza di un dolore in una determinata parte del corpo o un particolare disturbo vengono quindi ricondotti a una sottostante ostruzione di specifici meridiani, che impedisce il normale flusso della forza vitale.

La pratica dell’agopuntura si propone come metodica capace di liberare i meridiani ostruiti, ristabilendo così il normale flusso di Qi all’interno del corpo umano.

Nelle teorie di chi pratica l’agopuntura, i meridiani si trovano in posizioni ben precise del corpo umano. Per poterli liberare occorre stimolare la precisa zona anatomica in cui risiedono.

La pratica di agopuntura può donare beneficio in caso di:

  • Dolore cronico;
  • Mal di schiena, lombalgia;
  • Cefalea muscolo-tensiva;
  • Emicrania;
  • Dolore articolare, conseguente a patologie come l’artrosi o l’artrite reumatoide;
  • Dolore ai denti;
  • Nausea e vomito;
  • Disturbi del sonno (es: insonnia);
  • Dolore post-operatorio.